Birra e birrerie è prodotto da Giuseppe Mautone
Via Enrico Toti, 41/c - Perugia (PG) tel. +39 3896623086 Email: info@birraebirrerie.it
Strip Sinistra
Strip Destra
ARCHIVIO




LE TUE BIRRE FATTE IN CASA
Ricette per tutti gli stili

pubblicato il 16/12/2014 20:08:32 nella sezione "Home brewers"

Terza edizione del libro di Davide Bertinotti e Massimo Faraggi, massimi esponenti del settore birrario e dell'homebrewing. Come dice il sottotitolo, il libro comprende tante ricette birrarie per chiunque voglia provare a prepararle a casa, una ricetta per ogni stile birrario con tanto di scheda e descrizione tratta dal BJCP (Beer Judge Certification Program), inoltre saranno presenti delle ricette speciali: birre realizzate dagli homebrewers finalisti ai concorsi degli ultimi 14 anni. Immancabile la parte teorica che spiega come preparare la propria birra in casa con attenzione ad ogni fase del processo produttivo con trucchi e suggerimenti per la birra perfetta.

Utilissimo manuale che non può mancare nella libreria degli aspiranti homebrewers.
Leggi per intero ...

HOPPY DAYS INDOOR WINTER EDITION
Dal 4 al 6 Gennaio a Grottamare
marche (ascoli piceno) grottammare

pubblicato il 16/12/2014 19:28:01 nella sezione "Fiere ed eventi"

Dopo il grande successo della'edizione estiva, arriverà a Gennaio "Hoppy Days" in versione invernale, la rassegna delle birre artigianali organizzata dall'associazione Birramici che vedrà 30 spine per 100 ottime birre presso il CONTAINER di Grottamare.

Tra i birrifici partecipanti all'evento:

Bad Attitude
Carnival
Casa di Cura
Free Lions
Pontino
Opperbacco
Mukkeller

e tanti altri che potrete vedere sul sito dell'evento.

Al primo piano del locale ci saranno le 100 birre previste dal programma, mentre al piano superiore vi aspettano 6 birre davvero speciali, le "chicche" per intenditori.

Ad accompagnare le birre ci saranno i piatti del sandwich shop Pan de Coca, mentre il programma musicale prevede musica dal vivo di Sorgentone il 4, Storteaux e i Sottozero il 5 e il 6 doppio dj set con Carlone & Ernie con musica rock, funky e molto altro.

Tanta birra, musica e divertimento per incontrarsi dopo Natale e salutare la befana che arriva!
Leggi per intero ...

LA PALLA DI NATALE PIU' GRANDE DEL MONDO ALLA SPEZIALBIER-BRAUEREI FORST
Dopo il boccale di birra più grande al mondo, Birra FORST ora ha ottenuto l’omologazione del record mondiale per la palla di Natale più grande al mondo

pubblicato il 16/12/2014 18:54:26 nella sezione "News"

La Spezialbier-Brauerei FORST è ormai conosciuta per le sue imprese di grande clamore. Nel 2010 in occasione della festa della città di Merano è stato presentato il boccale di birra più grande al mondo, nel 2012 invece per il Winefestival è stata riprodotta la birra del presidente americano Obama e nel 2014 un nuovo colpo di scena: nella Foresta natalizia appesa al soffitto del Felsenkeller, il nuovo ristorante di Birra FORST, si trova la palla di Natale più grande al mondo, con un diametro di ben 4,58 metri.

La Foresta natalizia è un grandioso progetto caritativo di Cellina von Mannstein che è andato in scena per la prima volta nel 2013. L’obiettivo principale di questo evento è la raccolta fondi a favore della Onlus “L’Alto Adige aiuta”.
Per dare maggiore rilievo al progetto benefico l’ideatrice della Foresta natalizia, Cellina von Mannstein, e Valentin Pazeller, mastro falegname di Malles in Val Venosta, hanno pensato a qualcosa di molto speciale: l’idea, nata dopo la prima edizione della Foresta natalizia, era quella di appendere al soffitto del Felsenkeller la palla di Natale più grande al mondo.
La struttura esterna della palla di Natale è composta da cerchi rotondi di legno decorati con intagli a tacche e motivi colorati. Questi cerchi vengono racchiusi dall’interno con plexiglas. Inoltre dentro alla gigantesca palla di Natale sono collocate altre 24 palle di Natale più piccole con decorazioni natalizie.
„Essere riusciti ad ottenere l’omologazione del record mondiale per la palla di Natale più grande al mondo nell’ambito della Foresta natalizia ci riempie di orgoglio. Per molto tempo abbiamo lavorato a questo progetto e fino alla fine non eravamo sicuri di ottenere l’omologazione da parte del Guinness. Ora però è ufficiale e ne siamo felicissimi, questo record rende la Foresta natalizia un luogo veramente unico”, afferma con grande soddisfazione Cellina von Mannstein della Spezialbier-Brauerei FORST.
Il peso totale della palla di Natale è di 481 chilogrammi, ed è fissata al soffitto del Felsenkeller con una catena che permette di abbassarla.
Leggi per intero ...

COME DETERMINARE LA QUANTITA' DI ZUCCHERO E DI CO2 NELLA CARBONATAZIONE
Una breve guida su come ottenere la quantità di CO2 voluta per la nostra birra

pubblicato il 14/12/2014 23:28:25 nella sezione "Home brewers"

Un fattore importante quando si produce birra è la carbonatazione. Con questo termine ci si riferisce alla quantità di CO2 che viene sciolta nella nostra birra e che produrrà la schiuma. La schiuma non è solo bella da vedere ma è anche una componente fondamentale della birra che conserva aromi e sapori dopo che la birra è stata versata.

In molti casi, ottenere un' adeguata quantità di CO2 nella nostra birra può essere difficile, oltre ad essere molto costoso e di difficile attuazione soprattutto quando stiamo aggiungendo zucchero, nel qual caso non è facile sapere quanto zucchero aggiungere per la carbonatazione. Ogni birra ha una diversa concentrazione di CO2, a seconda dell'effetto in termini di schiuma, aroma e palato che il birraio vuole dare alla sua birra. Quindi come si può determinare la giusta quantità di zucchero che si intende utilizzare per la birra?

Bisogna fare delle considerazioni:

- Se al momento dell'imbottigliamento la quantità di zucchero è molto alta, c'è il rischio che le bottiglie scoppino a causa dell'alta pressione causata dalla concentrazione di gas all'interno.

- Anche se non dovesse scoppiare, c'è il rischio che tutta la birra si trasformi in schiuma.

- Un'elevata concentrazione di gas nella birra darà una sensazione di "bruciore" in bocca, coprendo il suo gusto finale.

- Una bassa concentrazione di gas nella birra non contribuisce alla conservazione delle loro caratteristiche, portando a sapori e aromi rancidi insieme ad un corpo eccessivamente pesante.

Tenendo a mente queste considerazioni di base circa gli effetti della carbonatazione, possiamo definire qual è la giusta quantità di gas per la nostra birra. Ancora una volta, la quantità può variare a seconda del tipo di birra che si desidera produrre.
Prima di vedere ciò, bisogna considerare un altro fattore. La CO2 nella birra è misurata in volumi di CO2: 1 volume di CO2 = 1 litro di CO2 disciolta nella birra.
Un grammo di zucchero di canna per litro di birra è in grado di produrre 0,23 volumi di CO2.
Poi bisogna considerare che nella birra è disciolta una quantità di CO2 che varia in base alla temperatura in cui si trova. Nella tabella sopra riportata si può vedere la concentrazione approssimativa di CO2 nella birra in base alla temperatura.

Se si prendono come riferimento i valori sopra riportati, il calcolo della quantità di zucchero che bisogna utilizzare per ottenere la quantità di gas che si vuole nella nostra birra sarà molto più facile. Ad esempio, se vogliamo che la birra abbia 2 volumi di CO2 per litro e che ha una temperatura di 14° C, si può supporre che ha già circa 1.05 volumi di CO2 per litro. Poi per determinare quanti volumi di CO2/L bisogna aggiungere alla birra per arrivare ai 2 volumi che desideriamo, possiamo seguire questa formula:
volumi che vogliamo per la nostra birra (meno) i volumi già presenti nella birra quindi 2-1.05 = 0.95.
Il che significa che dovremmo aggiungere 0.95 volumi di gas per litro alla birra.

Quindi, per determinare la quantità di zucchero per litro da aggiungere alla birra si dovranno effettuare le seguenti operazioni di calcolo, prendendo come riferimento i dati precedentemente dati (1 grammo di zucchero per litro di birra = 0.23Vol CO2). A questo punto si dividerà il numero di volumi che dobbiamo aggiungere per 0.23. Questo ci darà il numero di grammi di zucchero che va aggiunto per litro di birra per ottenere la quantità desiderata di gas: 0.95 / 0.23 = 4.13. Questo significa che dobbiamo aggiungere 4.13 grammi di zucchero per litro alla nostra birra per raggiungere i 2 volumi di CO2 che desideriamo.

Oltre alla carbonatazione con zucchero, ci sono altri metodi più complessi, ma in grado di produrre una carbonatazione più fine e in meno tempo. Tuttavia la carbonatazione con lo zucchero è il metodo preferito da molti.
Leggi per intero ...

MAI PIU' BIRRE TROPPO "SCHIUMOSE"
GRAZIE AL MAGNETISMO
Uno studio belga dimostra come sia possibile risolvere il problema della troppa schiuma grazie all'utilizzo dei magneti

pubblicato il 14/12/2014 22:39:38 nella sezione "Dal mondo"

A volte può succedere che ci sia davvero troppa schiuma nella propria birra, con il risultato che non si fa in tempo ad aprire la bottiglia che la schiuma è già straripata. Ciò è causato da funghi che infettano il malto in fase di produzione tramite delle proteine chiamate "idrofobine". Queste proteine possono attirare molecole di diossido di carbonio prodotte durante la fermentazione del malto, provocando quindi l'eccesso di schiuma. Per arginare il problema solitamente si aggiungono estratti di luppolo che si legano alle suddette proteine.

Una soluzione alternativa al problema viene suggerita da uno studio di un team di ricercatori belgi che hanno scoperto che si possono ottenere risultati di gran lunga migliori applicando dei magneti al mosto a cui è stato aggiunto l'estratto. Pare infatti che il campo magnetico riduca l'estratto in particelle più piccole, aumentando la dispersione dell'agente anti-schiuma, riducendo quindi di molto la quantità di estratto da utilizzare. Lo studio sarà pubblicato a breve sul Journal of Food Engineering.

Il sistema è già stato provato in un birrificio con ottimi risultati, il che fa ben sperare che questo metodo possa essere applicato in scala industriale.
Leggi per intero ...

BREWIE, IL PRIMO IMPIANTO PER HOMEBREWERS COMPLETAMENTE AUTOMATIZZATO
Preparare la birra in casa sarà estremamente semplice

pubblicato il 14/12/2014 21:55:09 nella sezione "Dal mondo"

Brewie è una macchina realizzata dalla startup di Budapest per realizzare fino a 20 litri di birra casalinga occupando poco spazio e per preparare la propria birra in maniera del tutto automatica. Pensata sopratutto per i principianti, basterà introdurre gli ingredienti base (acqua, malto, luppolo e lievito) che saranno contenuti dentro un sacchetto, avvicinare la RFID Card, una tessera che contiene le ricette scelte, e la macchina farà tutto da sé, dalla bollitura, che dura 5-6 ore, fino alla fermentazione, che può durare dai 5 fino ai 14 giorni. Per i più esperti c'è la possibilità di modificare alcuni parametri per una birra più personalizzata. Secondo gli sviluppatori, l'apparecchio è molto più economico di un impianto, è adatto a chiunque, occupa poco spazio ed è molto più veloce del sistema tradizionale. In più si può seguire la fermentazione della birra tramite app e la macchina si pulisce da sola alla fine di ogni produzione.

Il progetto è stato lanciato sulla piattaforma di crowfunding Indiegogo dove in meno di 2 settimane il team di Brewie ha già superato il suo obbiettivo di 100.000$.

Gli homebrewers sanno bene quanto spazio serva per l'impianto di produzione per la birra e sopratutto di quanta attenzione sia necessaria in ogni fase della preparazione, però la soddisfazione di aver realizzato da soli la propria birra è impagabile e sono sicuro che su questo molti saranno d'accordo!
Leggi per intero ...

LE BIRRE ARTIGIANALI SUI VOLI DI LINEA
Una compagnia americana offre un'ottima selezione di birre locali ai suoi passeggeri

pubblicato il 14/12/2014 21:27:48 nella sezione "Dal mondo"

La Delta Airlines comincerà a distribuire sui propri voli di linea birre artigianali, un'ulteriore prova di quanto il movimento delle birre artigianali sia molto diffuso nel paese. Oltre alle birre locali, la compagnia punta a servire ai passeggeri piatti tipici e vini del posto.

I birrifici scelti per i voli sono:

Ballast Point Brewing Company (San Diego)
Blue Point Brewing Company (Long Island, NY)
Brooklyn Brewery (Brooklyn, NY)
Lagunitas Brewing Company (Petaluma, California)
Newburyport Brewing Company (Newburyport, Massachusetts)
Stone Brewing Company (Escondido, California)
SweetWater Brewery (Atlanta)

E su ogni volo nazionale saranno presenti anche le birre di Samuel Adams.
In più il menù a brodo vedrà piatti di prima scelta, grazie alla collaborazione con lo chef Linton Hopkins.

Vista l'ottima offerta di birre artigianali italiane, sarebbe bello vedere la stessa offerta anche sui voli di linea italiani, non trovate?
Leggi per intero ...

WINTER BEER FESTIVAL CASTELLALTO 2014
Dal 26 al 31 Dicembre a Castellalto
abruzzo (teramo) castellalto

pubblicato il 13/12/2014 17:11:51 nella sezione "Fiere ed eventi"

Parte l'edizione invernale del festival birrario di Castellalto, che anche quest'estate ha registrato un grande pubblico, con 52 spine di ottima birra, piatti tipici e il veglione di Capodanno su prenotazione.

Tra le tante birre presenti segnaliamo:

Opperbacco 4punto 7
De Molen Pale Ale Citra
Turbacci Noel
ABK Festbier
Rodednbach Gran Cru
Free Lions Triplice
Pontino Orange Poison
Rulles Meilleur Voeux
Dupont Bons Voeux
De Ranke Pere Noel
Del Borgo 25 Dodici
Glutenberg IPA gluten free
Bibibir Birrantonio
Wild Beer Bliss
Nice Chouffe

La tap list definitiva è pubblicata sulla pagina facebook dell'evento.

L'evento si terrà lungo le vie del paese e nelle cantine storiche.
Leggi per intero ...

FORST APRE IL NUOVO RISTORANTE NELLE SUE ANTICHE CANTINE
Il progetto di Cellina von Mannstein dà nuova vita allo storico Felsenkeller
trentino-alto adige (bolzano - bozen) merano - meran

pubblicato il 13/12/2014 16:39:57 nella sezione "News"

Dopo pochissime settimane di lavori, il 26 novembre, è stato inaugurato il nuovo ristorante Felsenkeller. Sotto l’attenta guida di Cellina von Mannstein le antiche cantine sono state rinnovate e trasformate in una location mozzafiato.

Dare nuova vita al luogo in cui nel 19° secolo si stivavano i blocchi di ghiaccio per il raffreddamento del mosto di birra: questo è stato il pensiero che ha spinto Cellina von Mannstein a trasformare le antiche cantine nel Felsenkeller, un luogo all’interno del quale si respira la storia e la tradizione della Spezialbier-Brauerei FORST.
Il progetto di Cellina von Mannstein è stato realizzato in tempo record da artigiani ed imprese altoatesine. Le antiche cantine e la più antica Sala Cottura di Birra FORST ancora esistente (costruita nel 1959) sono stati completamente ristrutturati e adibiti a ristorante all’interno del quale vengono serviti piatti di alta gastronomia sotto la guida dello chef stellato Luis Haller.

L’interior design è stato curato da Cellina von Mannstein, che ha arredato con molto gusto e allo stesso tempo con semplicità il nuovo locale. I colori, che spaziano dai diversi toni di grigio al rosso vivo, dominano gli spazi. Nonostante la linearità degli spazi, l’atmosfera percepita è calda ed invitante. I materiali utilizzati sono legno di quercia, legno di noce, zinco e pesanti stoffe di lino con tessitura Jacquard; sentieri di ghiaia chiaramente tracciati, come si trovano solitamente nei giardini all’inglese, conducono attraverso le antiche arcate.
Il desiderio di Cellina von Mannstein era di integrare la natura all’interno della struttura, per questo motivo il sentiero è costeggiato da molti alberelli. Centinaia di lanterne trasmettono calore e invitano il visitatore a soffermarsi per ammirarle. Gli antichi specchi riflettono all’infinito le luci e gli spazi, valorizzando in modo particolarmente la roccia. Una forma scelta da Cellina von Mannstein per creare una sorta di confusione.
Di grande impatto è anche la palla di Natale appesa al soffitto alto otto metri. Questo oggetto del diametro di 4,58 metri è stato realizzato in legno e plexiglas dal mastro falegname Valentin Pazeller. “Con quest’opera speriamo di ottenere l’omologazione da parte del Guinness World Record per l’ornamento natalizio più grande al mondo”, dichiara Cellina von Mannstein. All’interno della gigantesca palla di Natale si trovano altre 24 piccole sfere che compongono il Calendario dell’Avvento caritativo della Foresta natalizia.
La combinazione di tutti questi elementi crea un’atmosfera molto particolare. “Con il Felsenkeller abbiamo voluto dare vita ad una location esclusiva, in cui abbiamo cercato di integrare – trattandoli con rispetto – tutti gli elementi originari. Vi si percepisce un’atmosfera rilassante, ma allo stesso tempo piena di vita. Un elegante e gioioso locale metropolitano che incontra lo stile altoatesino”, spiega Cellina von Mannstein.

Per ogni appassionato di birra, il culmine è il banco spillatura forgiato nel granito, il quale è fissato al soffitto solamente da quattro cavi in acciaio. Una delle cinque colonne di spillatura è riservata alla novità birraria creata appositamente per il nuovo locale: la Felsenkellerbier. Questa specialità birraria, naturalmente torbida e non pastorizzata, sorprende con il suo sapore pieno, corposo e con un retrogusto morbido che invita a berne un altro sorso. Coloro che volessero assaggiarla, possono farlo solamente presso il Felsenkeller, dal momento che questa birra sarà disponibile solo ed esclusivamente in questa particolare location.
Leggi per intero ...

ELAV YULE FEST 2014
Dal 17 al 21 Dicembre a Comun Nuovo
lombardia (bergamo) comun nuovo

pubblicato il 13/12/2014 16:29:48 nella sezione "Fiere ed eventi"

Prima di Natale, il birrificio Elav organizza la terza edizione del festival che vedrà una selezione delle loro migliori birre, gastronomia assortita, una birra realizzata per l'occasione insieme al birrificio Pontino e un'intera serata dedicata al BERGAMO FILM MEETING, vincitrice nel 2012 del BEST PARTNERSHIP AWARD al Festival Of Festivals di Matera per la miglior collaborazione. Durante la serata si terrà un’Asta Benefica a sostegno della 33° edizione che si svolgerà dal 7 al 15 marzo 2015.

Oltre al fornito angolo cucina che prevede hamburger e polenta, ci sarà uno spazio dedicato alla pasticceria e ai prodotti natalizi Elav come il Luppolone di Natale e la nuova linea dolciaria “Dissonanze di Elav” realizzata in collaborazione con la Pasticceria Ferrandi.
Leggi per intero ...

BIRRE SOTTO L'ALBERO 2014
Dal 13 al 14 Dicembre a Roma
lazio (roma) roma

pubblicato il 13/12/2014 16:09:26 nella sezione "Fiere ed eventi"

Otto e non sentirli: Birre sotto l’Albero, l’ormai tradizionale festival trasteverino dedicato alle birre artigianali natalizie, arriva all’ottava edizione. E ogni anno è una spasmodica attesa, una montante curiosità: quali birre metterà sotto l’albero quest’anno Babbo Birraio Natale? E questa volta, ancor di più, rimarremo tutti stupiti. A cominciare dalla durata del festival, che è ancora più lunga con ben cinque giorni di appuntamenti, passando per il numero delle birre che è quasi raddoppiato, arrivando alla qualità, il requisito fondamentale del festival, dato che quest’anno più che mai ci saranno in lista vere e proprie chicche e rarità che stupiranno il pubblico.

Ricordiamo che la manifestazione, nata nel 2007 al Ma Che Siete Venuti a Fà, storico pub trasteverino, nel corso degli anni ha acquisito sempre più importanza e prestigio, proprio per la sua peculiarità di riuscire a presentare prodotti brassicoli unici, preparati dai birrai apposta per il Natale, e provenienti da ogni angolo del Mondo, diventando un vero e proprio raduno birrario prenatalizio.

Ma andiamo con ordine. Sabato 13 e domenica 14 dicembre, dalle 11 di mattina alle 2 di notte, la zona di Trastevere subirà l’ennesima esondazione di birra con il clou del Festival: Ma Che Siete Venuti a Fà e Bir&Fud di via Benedetta, come di consueto saranno i punti nevralgici dell’evento e dall’altra parte del Tevere, in via degli Specchi, l’Open Baladin farà da sponda per il terzo anno consecutivo. Molte delle birre presentate (si rimanda sulla pagina Facebook dell’evento per lista e aggiornamenti), vedranno la presenza del birraio che le ha create, per dar vita a uno scambio tra bevitore e produttore che è ormai consuetudine di questo evento. Ancora una volta sarà Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, a condurre le degustazioni a numero chiuso del sabato e della domenica, dalle 16.30 alle 19.30, presso il Bir&Fud (lista birre in degustazione sulla pagina Facebook. Prenotazione obbligatoria da effettuare telefonicamente allo 065894016). La domenica mattina, bissando l’esperienza dell’anno scorso, il birrificio Birra Stavio presenterà la sua English Breakfast con cibo e birra preparate per l’occasione, dalle 10 alle 12 sempre presso il Bir&Fud. Ma come dicevamo, Birre Sotto L’Albero nel 2014 offrirà 5 giorni di appuntamenti. E allora via con il Prefestival giovedì 11 con la cena presso la birreria La Martuccia di Palestrina (su prenotazione) e venerdì 12 presso Barley Wine al Tuscolano e Birreria Stavio a Marconi-Ostiense. Dopofestival lunedì 15 con la chiusura in contemporanea al Birra+ al Pigneto e al Buskers pub di San Paolo, fino alla cena, di tradizione con tutti i birrai, alla Taberna di Palestrina (anche questa su prenotazione).
Per finire, si rinnova la collaborazione ‘esterna’ di due locali fuori Roma, il Golden Pot di Guidonia e la Taverna di Cerevisia Vetus di Ceccano, che sabato e domenica presenteranno la loro lista natalizia.
L’evento è aperto a tutti e gratuito, ovviamente, mentre i prezzi delle birre varieranno a seconda dei prodotti. Anche quest’anno non ci sarà modo migliore per prepararsi al Natale...!!

Programma

Prefestival:
Giovedì 11 dicembre: La Martuccia ore 20.30 (su prenotazione)
Venerdì 12 dicembre: Barley Wine 13.00-02.00 e Birreria Stavio 17.00-02.00

Festival:
Sabato 13 dicembre e domenica 14 dicembre: Ma Che Siete Venuti a Fà, Bir&Fud, Open Baladin ore 11.00-02.00

Dopofestival:
Lunedì 15 dicembre: Birra+ e Buskers Pub 18.00-02.00 e Taberna 20.30 (su prenotazione)

Appuntamenti:
English Breakfast con Birra Stavio al Bir&Fud domenica 14 dalle 10.00 alle 12.00
Degustazioni (a numero chiuso e su prenotazione) con Lorenzo ‘Kuaska’ Dabove al Bir&Fud sabato 13 e domenica 14 a partire dalle 16.30
Leggi per intero ...

BIRRA PER PASSIONE
Le 500 migliori birre artigianali del mondo

pubblicato il 07/12/2014 21:08:33 nella sezione "Editoria"

Ben Mcfarland, autore del bestseller World's Best Beers, propone 500 ottime birre artigianali dal mondo con tanto di foto e scheda degustativa dettagliata degli stili più diffusi al mondo, dalle Lambic alle Stout, passando per le bitter e le birre invecchiate in botte. In questo libro l'autore non si limita ad una semplice lista di birre artigianali ma va oltre raccontando la storia e le esperienze dei birrai e della loro terra in un viaggio che ci porterà in Baviera, nelle abbazie trappiste, in Danimarca e persino negli angoli più remoti delle isole Faer Oer. Non mancano i birrai italiani che con la loro creatività e la loro dedizione hanno portato l'Italia ad essere uno dei paesi più rilevanti nel panorama birrario mondiale.

Un libro davvero imperdibile per tutti gli appassionati di buona birra artigianale.
Leggi per intero ...

BIRRA SOMMELIER
Viaggio attraverso la cultura birraria

pubblicato il 07/12/2014 20:31:05 nella sezione "Editoria"

Un vero e proprio tour tra gli stili birrari più conosciuti al mondo con foto molto chiare accompagnate da schede di degustazione complete e di semplice comprensione con tanto di storia e migliori abbinamenti suggeriti per ogni birra presentata. Alla fine del libro un bel ricettario con piatti cucinati con birra ideati dallo chef Giovanni Ruggieri.
Leggi per intero ...

LA NOTTE DELLE BOTTI
Venerdì 19 Dicembre a Torino
piemonte (torino) torino

pubblicato il 07/12/2014 20:18:24 nella sezione "Fiere ed eventi"

Un particolare evento dedicato alla birra maturata in botte organizzato dal birrificio Black Barrels che vedrà la partecipazione dei birrai insieme alle loro birre:

Baladin
Beba
Birra Mastino
Birrificio Italiano
Ducato
Orso Verde
Loverbeer
Montegioco

Conduttore della serata sarà Lorenzo Dabove "Kuaska".
Leggi per intero ...

BIRRATHON 2014
Dal 19 al 21 Dicembre a Roma
lazio (roma) roma

pubblicato il 07/12/2014 20:07:27 nella sezione "Fiere ed eventi"

A Roma parte la terza edizione del Telethon della birra artigianale: Birrathon, l'evento di beneficenza che vedrà il Mad for Beer aperto dalle 16 di venerdì 19 fino alle 4 di lunedì 22, ben 60 ore di fila di birra e musica dal vivo. I migliori publicans romani spilleranno birra al costo di 6€ al boccale, di cui 2€ andranno a sostenere i progetti di Farmacisti in aiuto.

A colazione e a pranzo oltre al classico menù ci sarà anche una ricca English Breakfast. 60 ore di birra, di musica e di divertimento per salutarsi prima di Natale e per fare un gesto di solidarietà insieme a dell'ottima birra artigianale.
Leggi per intero ...

PACCHERI CON TONNETTO ALLA BIRRA, POMODORO E BOTTARGA

pubblicato il 07/12/2014 19:45:06 nella sezione "Ricette"

Altro piatto ‘siciliano’, ovviamente di pesce (sapete che lo adoro): rapido e saporito, è un sugo velocissimo di tonnetto e pomodoro, arricchito da bottarga grattugiata e polvere di capperi essiccati al forno e sfumato con la birra (in questo caso la Wayan del birrifico Baladin). Uso molto la polvere di capperi e vi consiglio di provarla: è come una esplosione di sapidità in bocca. Prepararla è facilissimo, basta essiccare i capperi – senza dissalarli – in forno ventilato per 15 minuti a 180 gradi, poi sbriciolarli e … gustarli.

Ingredienti per 4 persone:
400 grammi di paccheri (io uso quelli Grano Armando)
un filetto di tonnetto da 300 grammi
200 grammi di pomodorini pachino
20 centilitri di birra (ho usato la Wayan – Baladin)
15 capperi di Pantelleria
bottarga di muggine quando basta
prezzemolo tritato quanto basta
1 spicchio d’aglio
6 cucchiai d’olio d’oliva extravergine
sale e pepe quanto basta

Preriscaldare il forno ventilato a 180 gradi e tostare 6 capperi per 15 minuti fino a rinsecchirli, poggiarli poi su un foglio di carta forno e schiacciarli fino a sminuzzarli. Tagliare il tonnetto a dadini non troppo piccoli. Tritare finemente il prezzemolo. Togliere la buccia ai pomodori e tagliare la polpa a pezzetti.

Versare in una padella quattro cucchiai d’olio, schiacciare lo spicchio d’aglio e lasciare insaporire per due minuti. Togliere l’aglio e versare in padella i dadini di tonnetto, salare leggermente e scottare per circa un minuto, poi alzare il fuoco e sfumare con la birra. Togliere dal fuoco il pesce e metterlo da parte: deve restare roseo e morbido. Mettere nella padelle gli altri due cucchiai di olio, farlo scaldare e unire i pomodori e i capperi rimasti: farli saltare a fuoco vivace per 5 minuti e, a fuoco spento, unire il tonnetto. Salare e pepare.

Cuocere i paccheri in abbondante acqua salata e scolarli molto al dente mettendo da parte un po’ dell’acqua di cottura. Mantecarli in padella a fuoco alto con il sugo di pomodoro e tonnetto unendo, se necessario, poca acqua di cottura. Unire il prezzemolo tritato. Servire i paccheri dopo avere spolverizzato il piatto con la bottarga di muggine e la polvere di capperi.

L’ABBINAMENTO: Gustate questo piatto con una birra bionda e fresca, dai profumi di agrumi e fiori bianchi, tra cui la zagara (che in Sicilia non manca mai). Abbiamo scelto la stessa birra usata per sfumare il tonnetto, cioè la Wayan prodotta dal birrificio piemontese Baladin. E’ una bionda (in stile “saison”) ai cinque cereali e speziata (sono ben nove le spezie usate), molto rinfrescante, lievemente torbida e adatta a un primo piatto di pesce dalla sapidità decisa come questo che proponiamo.
Leggi per intero ...
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 -
AVANTI >
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Condividi nei social network   
Catalogo Birre
 
Catalogo Birrifici
Iscrizione
Newsletter
Scrivi la tua mail,il tuo nome ....
ti invieremo le novità sul mondo della birra

Newsletter
 
 
ULTIMI ARTICOLI PER CATEGORIA
developed by
develop by Web Mouse Consulting
Birra e birrerie è prodotto da Giuseppe Mautone
Via Enrico Toti, 41/c - Perugia (PG) tel. +39 3896623086 Email: info@birraebirrerie.it