Birra e birrerie è prodotto da Giuseppe Mautone
Via Enrico Toti, 41/c - Perugia (PG) tel. +39 3896623086 Email: info@birraebirrerie.it
Strip Sinistra
Strip Destra
ARCHIVIO




LA STORIA DELLA WESTVLETEREN XII
Origini dell'abbazia di Saint Sixtus
e dove acquistare una delle birre migliori al mondo

pubblicato il 28/11/2014 21:15:01 nella sezione "Dal mondo"

L’abbazia belga di Saint Sixtus di Westvleteren nelle Fiandre è famosa per produrre la migliore birra al mondo, la Westvleteren XII, come ha riportato negli anni il sito Ratebeer. Il segreto di questa ottima birra è molto semplice: passione ed esperienza secolare.

Questa birra viene prodotta dai monaci trappisti (detti anche cistercensi della stretta osservanza), un particolare ordine monastico a diritto pontificio il cui punto fondamentale è l’armonia con Dio attraverso la preghiera, la solitudine, il silenzio e il lavoro manuale, l’”Ora et Labora” di San Benedetto. Una birra per essere considerata trappista deve essere prodotta dal monastero trappista e una parte dei loro proventi deve essere destinata ad opere di carattere sociale. Si possono riconoscere le birre trappiste dal logo "Authentic Trappist Product" e attualmente solo 10 birre possono fregiarsi di tale marchio: Achel, Chimay, Orval, Rochefort, Westvleteren, Westmalle in Belgio, Engelszell in Austria, La Trappe e Zundert in Olanda e Spencer negli USA (fonte:Associazione Internazionale Trappista). All’inizio della storia dell’abbazia c’era un eremita di nome Johannes Baptist Victoor che nel 1831 accolse tre monaci provenienti da Mont des Cats, uno di loro, Dom Franciscus-Maria, fondò il monastero l’anno stesso. Ma fu solo quarant’anni dopo che il monastero ricevette il titolo di abbazia. Nel 1838 inizia la produzione di birra, esattamente il 15 giugno come riportano i registri contabili dell’epoca, e da allora l’impianto è stato rinnovato 5 volte, fino al 1990, ultima volta in cui venne acquistato un nuovo impianto. Nel 1946 parte della produzione e della vendita venne affidata alla St. Bernardus Watou ma nel 1992 l’intera produzione venne riportata all’interno del monastero a causa dei nuovi regolamenti europei che imponevano di indicare un prodotto trappista solo se questo viene effettivamente realizzato all’interno del monastero stesso.
Il vero successo arrivò nel 2001 quando il sito Ratebeer giudicò la Westvleteren XII come la migliore birra al mondo, da allora molti giornali e siti dedicati alla birra artigianale cominciarono a seguire con grandissimo interesse lo sviluppo del birrificio. Un successo che a dirla tutta i monaci stessi non cercarono, anzi alla notizia del grande successo seguì una certa preoccupazione, a causa delle conseguenze che tutto il clamore mediatico avrebbe portato nella vita del monastero. Infatti le richieste di birra arrivarono numerosissime e le pressioni affinché venisse prodotta più birra diventavano sempre più grandi. Lo stesso Manu Van Hecke, abate di Westvleteren, ha dichiarato in una recente intervista al De Tijd: "In questa società la crescita è il mantra. La gente mi dice:"Se c'è così tanta richiesta della tua birra, allora devi solo produrne di più." Potremmo farlo ma questo vorrebbe dire entrare in una dinamica totalmente diversa, con laici nel birrificio e più responsabilità commerciali. In questo modo il processo di produzione non sarebbe più nelle nostre mani". Il punto fondamentale del birrificio è la produzione di birra per il mantenimento della struttura mai il guadagno, secondo il principio che seguono i monaci, come disse l’abate nel 1989 durante la consacrazione del nuovo birrificio:”Non c’è motivo di cambiare la situazione o fare più soldi. Se aumentassimo la produzione e ci aprissimo alla GDO, quest’attività cesserebbe di essere una parte integrante della nostra esistenza, facciamo birra per vivere, non viviamo per fare la birra”.
Forse è proprio questa volontà di seguire la qualità , più che la quantità che ha portato la XII ad essere la birra che è oggi. Una birra ottenuta da una ricetta che si dice sia del 1590 e che viene prodotta da 10 monaci addetti al birrificio interno. Ma è anche la rarità e la difficoltà a procurarsi le birre che ha alimentato la volontà dei bevitori a cercarle. In anni recenti trovare queste birre non è difficile come in passato, si possono trovare negli eshop, su ebay e anche nei pub non è raro trovare qualche bottiglia. Prima di questo aumento della produzione si poteva acquistare tramite prenotazione direttamente all’abbazia e si doveva andare a ritirare personalmente o in alternativa si poteva bere al pub distributore ufficiale In De Vrede appena fuori le porte dell’abbazia. Anche se tutt’oggi è possibile prenotare il ritiro delle birre direttamente alla St. Sixtus, sul sito ufficiale dove troverete tutte le informazioni per la prenotazione. Qui invece il calendario sempre aggiornato per prenotare in abbazia.

In effetti bastano un paio di sorsi della XII per capire perché è considerata la migliore birra al mondo!
Leggi per intero ...

LE BIRE DE NADAL 2014
Dal 28 al 30 Novembre a Nembro
lombardia (bergamo) nembro

pubblicato il 24/11/2014 16:37:57 nella sezione "Fiere ed eventi"


Birre italiane e internazionali al The Dome di Nembro con il consueto appuntamento birrario prima di Natale "Le Bire de Nadal". 40 spine da tutto il mondo e in anteprima Loverbeer presenterà la sua For Fun, in onore alla Fou Foune di Cantillon, lambic all'albicocca.

Le birre sono di:

Fantome
Brewdog
Carrobiolo
Menaresta
Dupont
Extraomnes
Montegioco
Almond ’22
Settimo
Baladin
Croce di Malto
Smuttynose
De Struisse

Nello specifico queste sono alcune delle 40 spine presenti all'evento:

Fantome Noel
Brewdog Hoppy Christmas 2013
Rooie Dop Double Oatmeal Stout
Carrobiolo con 1111 versione piatta e Nespolik con nespole brianzole
Menaresta con un fustino di DANNATA aged in Laphroaig
De Struise con a rotazione
Mocha Bomb 2012
Black Berry Albert 2012
Black Mes 2013
Smonk 2011
Cuvee Delphine 2012
Pannepot Reserva 2009
Pannepot Reserva 2012
Black Albert 2012
Three 2013
Dupont Avec les BonsVoeux

La cucina sarà a cura del The Dome con tutte le sue specialità. Inoltre anche quest'anno ci sarà il pittore Janluk Pictor che realizzerà ritratti personalizzati.
Leggi per intero ...

WINTER BEER FESTIVAL
Dal 7 all'8 Dicembre a Vigevano
lombardia (pavia) vigevano

pubblicato il 24/11/2014 16:09:58 nella sezione "Fiere ed eventi"

Il beershop Il Magazzino della Birra organizza il 2 festival dedicato alle birre natalizie "Winter Beer Festival" a Vigevano nei pressi della strada sotterranea del Castello Sforzesco per augurare a tutti buone feste prima di Natale. La birra di natale è un genere che sta acquisendo sempre più popolarità in Italia, grazie al suo gusto e alle sue note tipiche che ben si adattano alla stagione. Durante l'evento ci saranno 10 birrifici artigianali, 5 stand di cucina tipica, laboratori di degustazione e musica dal vivo.

I birrifici partecipanti quest'anno sono:

Stradaregina
Black Barrels
Bad Attitude
Conte Gelo
Opera
Birrificio della Granda
Fox Beer
Opperbacco
Lambiczoon & Sherwood con Bidu e birre belghe
La Taberna di Palestrina con Birra del Borgo
Alfieri e Figli con birre del nord europa
Minotauro con birre tedesche

Per l'evento gli stand prepareranno specialità tipiche siciliane, toscane, cioccolati artigianali, grigliate miste e hamburger alla brace.

Di seguito il programma dell'evento:

DOMENICA 7 Dicembre 2014
ORE 11 Saluto delle autorità
ORE 12:00 Apertura Stand
ORE 15:30 Cooking show
ORE 17:00 I Mastri birrai ci raccontano le loro birre di Natale
ORE 20:30 Musica live
ORE 24:00 Chiusura stand

LUNEDI' 8 Dicembre 2014
ORE 12:00 Apertura Stand
ORE 15:30 Cooking show
ORE 17:00 I Mastri birrai ci raccontano le loro birre di Natale
ORE 18:30 Musical a cura della Compagnia teatrale fantasy
I TRONI DI LUCE che presentano "VERSO TIRN NAN OG" richiamo al Folklore Nordico
ORE 20:30 Musica live
ORE 24:00 Chiusura stand e manifestazione
Leggi per intero ...

LA STORIA DELLA BIRRA ITALIANA
Tutto inizia nell'Ottocento a Torino

pubblicato il 23/11/2014 17:25:45 nella sezione "News"

di Massimo Prandi

In Italia il commercio della birra di importazione (da Francia, Germania ed Inghilterra) si sviluppò in modo consistente nel corso dell'ultimo decennio del Settecento ed il Piemonte, grazie all'influsso delle culture del centro Europa , risentì in modo particolare di questa nuova "moda" di consumo. Per tutto il 1800, però, l'apprezzamento della birra fu limitato alle fasce di popolazione più benestanti, mentre non trovò diffusione in sostituzione del vino.
Considerando la crescita del mercato, seppur con volumi ancora limitati, nel 1845 Giacomo Bosio costruì il primo birrificio in Piemonte ed in Italia: si trattava non di un semplice laboratorio, ma di una vera e propria fabbrica, ispirata ai grandi impianti tecnologici della Germania.

L'impianto produttivo nacque lungo il torrente artificiale "Canale di Torino", che forniva acqua pura per la birra, ma anche energia a basso costo.
Successivamente alla prima brasseria, diventata Bosio & Caratsch, a poca distanza nel medesimo borgo industriale torinese nacque la Metzger e nella oggi centralissima Via Vittorio Emanuele II fu fondato il birrificio Boringhieri.
Le produzioni dei tre stabilimenti, spinte da un buon trend di mercato e dalle esigenze dei raffinati consumatori, privilegiarono produzioni di qualità ed una politica industriale innovativa, tanto da essere premiate con la medaglia d'oro all'Esposizione dell'Industria Italiana, svoltasi a Torino nel 1898.
Altre realtà produttive più piccole, ma sempre a carattere industriale furono la Menabrea di Biella e la Metzger di Asti, ma si diffusero anche piccoli laboratori artigianali specializzati nella produzione di birra o bevande "simili" alla stessa, anche con aggiunta di alcol derivato da distillazione.
Con l'approssimarsi del Novecento, la birra divenne una bevanda più popolare, anche grazie anche ad una notevole diminuzione dei prezzi. All'aumento della domanda crebbero importazioni e produzione locale, grazie alla costante nascita di piccoli birrifici.

A partire dagli anni Trenta, il regime dell'autarchia, che impediva l'importazione di birra dall'estero, favorì un nuovo rilancio industriale dei birrifici più grandi, mentre una battuta d'arresto delle produzioni si verificò con la seconda guerra mondiale, anche a causa di una limitazione degli approvvigionamenti delle materie prime.
Dal dopoguerra ad oggi, la storia della birra piemontese ci è nota e ben più famigliare: grandi multinazionali, alcuni marchi italiani nelle mani di industrie straniere...e tanti microbirrifici, alcuni celeberrimi a livello internazionale, nell'ultimo decennio!
Leggi per intero ...

CRACKERS ALLA BIRRA E SEMI

pubblicato il 23/11/2014 17:14:20 nella sezione "Ricette"

INGREDIENTI
200 g di farina integrale
100 g di farina 00
50g di semi di lino
50 g di semi di girasole
1 cucchiaio di miele di acacia
50 ml di birra
olio
sale
acqua

Mettete in una ciotola le farine, i semi e sale. Unite il miele, la birra e aggiungete acqua fino a formare un impasto liscio e omogeneo. Mettete in frigorifero per una mezz'ora. Come vi ho spiegato prima, stendete l'impasto prima con il mattarello e poi con la macchinetta. Tagliate dei rettangoli e sistemateli in una teglia rivestita di carta forno. Spennellateli con l'olio. Infornate a 180°ventilato per 13-15 minuti.
Leggi per intero ...

STRUDEL ALLA VERZA STUFATA ALLA BIRRA

pubblicato il 23/11/2014 17:10:00 nella sezione "Ricette"

Ingredienti

Per la sfoglia:

150g di farina
50ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale

Per il ripieno:

200g di cavolo verza
120g di macinato di vitello
200ml di birra chiara
1 mela piccola
20g di noci sgusciate
2 cucchiai di formaggio quark
1/2 cucchiaino di semi di cumino
olio extravergine d'oliva
sale

Per la salsa di porri:

la parte bianca di un porro grande
una noce di burro
olio extravergine d'oliva
sale

Per la sfoglia:
Seguite lo stesso procedimento utilizzato per lo strudel dolce. Otterrete un impasto meno morbido, per via della minor quantità d’acqua utilizzata. Lasciate riposare per una mezz’ora.

Per il ripieno:
Lavate il cavolo verza e tagliatelo a listarelle sottili. In una padella fate soffriggere uno
spicchio d’aglio con un poco d’olio, dopodiché aggiungete il cavolo verza. Fate andare a fuoco vivo per qualche minuto e sfumate con la birra. Abbassate la fiamma, salata e continuate la cottura aggiungendo altra birra quando necessario. Quando il cavolo inizia ad appassire aggiungete il macinato e i semi di cumino. Alla fine aggiungete anche la mela precedentemente tagliata a piccoli tocchetti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Prima di riempire lo strudel aggiungete 2 cucchiai di quark, o comunque un formaggio cremoso.

Stendete la sfoglia:
Prima di cominciare a stendere la sfoglia, mettete a bollire una capiente pentola. Disponete su un piano da lavoro uno strofinaccio di cotone bianco e infarinatelo. Iniziate ad appiattire l’impasto con l’aiuto delle mani sopra allo strofinaccio, quindi iniziate a stenderlo con l’aiuto del mattarello. Dovreste ottenere una sfoglia, più o meno quadrata di 25 centimetri per lato. Distribuite il ripieno su tutta la superficie, lasciando liberi 2 centimetri lungo il bordo. Iniziate ad arrotolare la sfoglia sul ripieno, fate fare un paio di giri, quindi ripiegate anche i due lembi esterni. Avvolgete il rotolo nel tovagliolo cercando di non lasciare vuoti e chiudete le estremità con dello spago da cucina. Disponete il rotolo all’interno della pentola e lasciate cuocere per

Salsa di porri:
Pulite e tagliate a fettine sottili la parte bianca del porro. Fate stufare in un pentolino con un poco di olio. Una volta cotto, frullate il porro con il frullatore ad immersione, incorporando anche una noce di burro. Servite insieme allo strudel.
Leggi per intero ...

BIRRIFICIO TRUNASSE
piemonte (cuneo) centallo

pubblicato il 23/11/2014 16:37:40 nella sezione "Birrerie"

"Bisogna addentrarsi ed osservare i particolari più piccoli per scoprire ciò che si nasconde dietro le cose."

Questo è il modo con cui, ogni giorno, cerchiamo di approcciarci al nostro lavoro. Un lavoro che è, prima di tutto, una passione che vogliamo condividere con chi ama come noi il buon bere ed il buon mangiare.

Il "Birrificio Trunasse" affianca alle birre artigianali solo cibi e bevande di qualità, selezionati fra le migliori proposte. Si tratta di prodotti realizzati da artigiani appasionati ed entusiasti, che perseguono ed ottengono ogni giorno la migliore qualità e genuinità. Conosciamo bene i prodotti che vi proponiamo. Prima di servirli nel nostro locale, abbiamo voluto incontrare personalmente i produttori e farci raccontare la loro storia. In questo modo possiamo garantirvi prodotti eccellenti, realizzati nelle nostre terre e non solo.

Insieme alle birre proponiamo una buona scelta di vini che vanno dal Piemonte al Trentino, bibite artigianali in bottiglia e sciroppi per le vostre serate più tranquille, bevande da meditazione quali rhum e whisky invecchiati, grappe e cognac. Come per il laboratorio di produzione anche nel locale siamo continuamente alla ricerca di cibi e bevande da inserire nel nostro menù in modo da poter migliorare sempre di più la nostra proposta seguendo il corso delle stagioni.

DOVE SIAMO
Sulla Strada Statale 231 da Cuneo a Fossano, per chi arriva da Cuneo proseguire oltre il MIAC per circa 6 km ed in corrispondenza della rotonda che unisce Centallo a Castelletto Stura proseguire per Fossano e svoltare a sinistra dopo 200 mt., per chi arriva da Fossano fiancheggiare la caserma dei carabinieri, oltrepassare frazione Murazzo e proseguire fino al nuovo distributore, svoltare a destra dopo circa 500 mt. prima della rotonda che unisce Centallo a Castelletto Stura.

Orari
Giorno di chiusura: Lunedì
Dal Martedì al Venerdì: 18.00 • 02.00
Sabato: 18.00 • 03.00
Domenica: 18.00 • 01.00
Leggi per intero ...

BIRRERIA LAMBICZOON
lombardia (milano) milano

pubblicato il 23/11/2014 16:32:40 nella sezione "Birrerie"

Lambiczoon seleziona per voi le più gustose e preziose birre di tutto il mondo.
Vi aspettiamo nel nostro locale per assaporare insieme le diverse qualità di birre accompagnate da sfiziosi burgers.

LE BIONDE
Rodersch ( BI-DU)
Kölsch 5°
Mönchsambacher lager 5,5°
Quarantot 8,2°
Double IPA ( birrificio Lambrate )
Gose di Lipsia ( B. Bahnhof )
Kiss me Lipsia ( Birrificio Ducato )
Extra Hop Pils ( Birrificio Italiano )
e altre ancora…

LAMBIC
Sour Ale
D’ uva beer (Lover beer ) 8°
Berliner Weiss ( Bayrischer Bahnhof )8°
Frambozschella 4,5° ( Birrificio Ducato )
Lambic Boon 7°
Cantillon Lambic bio 2011 5°
Cantillon Fou Foune 5°
Cantillon Mamouche 5°
Cantillon Kriek 2011
e altre ancora …

LE AMBRATE
Nut the Irish Jinn 7° (Black barrel)
3Dike 3,5° – Bitter ale (BI-DU)
Artigian Ale 6,2° – Extra bitter (BI-DU)
Spaceman 7° – IPA (Brewfist)
Lop Lop 50 7° – IPA (Birrificio Dada)
RRose selavy 7° – Saisen (Birrificio Dada)*
Schumacher Alt
Urige Alt
e altre ancora…

BIRRE SCURE
Nigredo 6,5° (Birrificio Italiano)
XStrem 9,5° – Winter Ale (BI-DU)
Confine 6° – Porter (BI-DU)
Jehol 5° – Brown Ale (BI-DU)
Ghisa (Birrificio Lambrate)
Put in your pipe 5,1° (Black barrel)
Ported amoor (Moor)
Draco 11° (Birrificio Montegioco)

LA CUCINA
La nostra Cucina seleziona carni Piemontesi e un vasto assortimento di taglieri selezionati presso un'azienda agricola cremonese. Uno dei grandi pregi dei nostri hamburger è il pane, estremamente croccante e compatto, che tiene ben saldo tutto il ripieno..la cucina presenta un vasto assortimento di dolci con anche lo speciale Birramisù a base di Birra scura artigianale.

BURGERS
Classico
Montanaro
Estrema Unzione
Punpkin Burgers
Testa Quedra
Smoked

LE FRITTE
Patatine
Patatine fritte di maiale
Polpette di Fassona

I TAGLIERI
Tagliere di salumi misti di maiale
Carpaccio Celtico

Orari
Lunedì-Venerdì dalle 18.30 alle 2.00
Sabato dalle 12.30 alle 3.00
Domenica dalle 18.30 alla 1.00
Leggi per intero ...

BIRRERIA IL PORCO
lombardia (milano) corbetta

pubblicato il 23/11/2014 16:20:37 nella sezione "Birrerie"

Il Porco è una sorta di Simposio del XXI secolo, un luogo dove ritrovare il piacere di sorseggiare con spensieratezza, in compagnia di amici o dell'oste stesso, una delle più antiche bevande della storia, la Birra.
E non parliamo di birra comune, ma di una Bevanda Artigianale non filtrata e non pastorizzata accompagnata da Salumi, Formaggi e Porchetta per continuare a Gozzovigliare assieme.
Il Porco è il sogno degli amanti della buona Birra e della buona Compagnia.

Orari di apertura
Martedì-Domenica: 19.30-2.00
Leggi per intero ...

BEER FIRM MISTRAL
piemonte (cuneo) cuneo

pubblicato il 23/11/2014 16:09:39 nella sezione "Birrifici"

Mistral nasce da un’antica ricetta dei frati Provenzali delle vallate fra le Alpi Cozie e le Alpi Marittime, una tradizione lontana ed una lavorazione artigianale che la rendono unica al mondo.

Scopri il gusto inconfondibile di Mistral in 5 sapori unici! La classiche Bionda e Ambrata e le straordinarie al Chinotto di Savona, all'Assenzio e al Genepy Bordiga!
Leggi per intero ...

BIRRIFICIO ARTIGIANALE BALABIOTT
piemonte (verbano-cusio-ossola) domodossola

pubblicato il 23/11/2014 16:03:34 nella sezione "Birrifici"

Le nostre birre vengono prodotte ad alta fermentazione, senza aggiunta di conservanti e con rifermentazione in bottiglia. Non essendo né filtrate né pastorizzate rimangono un alimento vivo e mantengono tutti i sapori e le proprietà di questa antichissima bevanda.

Disponiamo di impiantistica in acciaio inox interamente realizzata in Italia: dal mulino per il malto ai fermentatori, dalla caldaia di cottura al tino di filtrazione. Tutto è studiato per ottimizzare la produzione mantenendo una dimensione decisamente artigianale, lasciando ampio spazio a lavoro manuale e creatività.
Leggi per intero ...

BIRRIFICIO ARTIGIANALE TRUNASSE
piemonte (cuneo) castelletto stura

pubblicato il 23/11/2014 15:59:28 nella sezione "Birrifici"

Al Birrificio Trunasse, oggi, si può trascorrere una serata all'insegna dell'allegria, degustando le nostre birre prodotte artigianalmente e accompagnandole ad un tagliere di salumi e formaggi prodotti da artigiani locali, carne alla piastra e prodotti selezionati alla ricerca di qualità e tipicità.

Ma la nostra storia ha origini più lontane. A cavallo fra il 1948 ed il 1949 Antonio Lerda e Margherita Quaglia hanno dato vita a quella che è stata per decenni la "Trattoria dei Cacciatori". Una piccola trattoria, composta da una stanza e nulla più, dove gli abitanti del posto, i cacciatori e i viandanti sulla via per Cuneo e Fossano si ritrovavano per un caffè e un bicchiere di vino, chiacchierando e discutendo sulle notizie che giungevano dal Mondo. La "Trattoria dei Cacciatori" è stata una delle prime trattorie della zona ad avere in funzione un televisore.

Dopo circa sessant'anni, a novembre del 2010, Paolo e Roberto Lerda, con l'aiuto di Monica, hanno inaugurato il "Birrificio Trunasse" nei vecchi locali di famiglia, orgogliosi di poter continuare la tradizione iniziata più di cinquant'anni prima dai nonni paterni. L'intento è quello di rievocare quei momenti e trasmettere la passione per la birra artigianale che ormai li accompagna da più di un decennio.

LA PRODUZIONE
Paolo è il responsabile della produzione. Il "Mastro Birraio", come lo chiamano alcuni.
Si occupa di tutto quello che interessa la produzione delle nostre birre artigianali, dalla scelta delle materie prime all'assaggio delle produzioni.
Il profumo, il colore ed il sapore unico delle nostre birre, sono tutto merito suo!

LE BIRRE
Genuinità
Tutte le birre prodotte dal Birrificio Trunasse sono ad alta fermentazione, non filtrate e non pastorizzate, ma soprattutto non hanno aggiunta di sostanze conservanti e stabilizzanti.

Qualità
Crediamo che la lavorazione artigianale, l'attenta selezione delle materie prime e la costante ricerca delle migliori tecniche di produzione siano fondamentali per l'ottenimento di una birra di alta qualità.
Il risultato sono birre di gusto trasparente e pulito, molto facili da bere e capaci di trasmettere tutta la passione con cui vengono prodotte.

Le Classiche
La Zoe, la Mistic Redder e la Perlanera sono prodotte durante tutto l'anno. Una bionda, una rossa e una scura ottenute dai migliori malti, luppoli e lieviti.

Le Speciali
La Camilla, la Zenzera e la Undici.Undes.Eleven sono birre prodotte solo in alcuni periodi dell'anno. Sono caratterizzate da cereali maltati, spezie ed erbe officinali che le rendono uniche e adatte ai momenti speciali.

Siamo a disposizione per visite guidate al laboratorio di produzione su richiesta da parte degli interessati.
Leggi per intero ...
Clicca sui numeri per scorrere le news
1
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Condividi nei social network   
Catalogo Birre
 
Catalogo Birrifici
Iscrizione
Newsletter
Scrivi la tua mail,il tuo nome ....
ti invieremo le novità sul mondo della birra

Newsletter
 
 
ULTIMI ARTICOLI PER CATEGORIA
developed by
develop by Web Mouse Consulting
Birra e birrerie è prodotto da Giuseppe Mautone
Via Enrico Toti, 41/c - Perugia (PG) tel. +39 3896623086 Email: info@birraebirrerie.it