BEER FIRM BEHOP
pubblicato il 30/05/2014 19:36:18

BeerHop non è un birrificio, ma non è neanche esattamente un beer firm come si intende nel classico senso. Ma allora cos'è? E' un progetto innovativo, che punta ad una vera e propria "beer-selection", ovvero dare il meglio di ogni birra al consumatore finale. Un centro di distribuzione per la birra in cui ogni birra è realizzata in collaborazione con il birrificio partner che aderisce al progetto. Un'idea talmente innovativa che si può definire irriverente come il nome della linea di birre, "Irriverence", ovvero fare le cose di testa propria fuori da qualsiasi influenza o sistema, per seguire l'unica cosa che conta: la passione per la birra.

Al momento producono tre birre solo in fusto, ma in futuro ne arriveranno delle altre, vista la collaborazione con i birrifici italiani e stranieri tra cui Theresianer, Kerkom, Schonram, Brewdog, Meantime, Ridgeway e St.Peter's.

Ideatore del progetto è Stefano Allera, volto conosciuto del mondo birrario italiano, che mette subito in chiaro la filosofia del progetto: "Drink it or leave it!", cioè bevi o lascia perdere, quindi punto cardine è la bevibilità della birra senza tanti pensieri.

Birre che adesso vi presentiamo:

Verne, una Session Ipa da 4.5% Vol., amara ma bevibile, realizzata in collaborazione con Birrificio del Ducato.

Black Silence, Stout da 4.3% Vol. e White Noise, Blanche da 4.5% Vol., in netta contrapposizione sia nello stile che nel nome. Le etichette stesse sono un rimando allo ying e yang, fazioni opposte che si complementano a vicenda.

C'è anche un altro progetto in cantina: nonsolobirra. Obiettivo prossimo del beer firm è spaziare oltre la birra su prodotti come vino e altri.

Seguiremo con curiosità la crescita di questo marchio!
Seregno (Monza e della Brianza)