Assegno di inclusione, via libera ai pagamenti ma non per tutti: chi verrà escluso

Sta per tornare l’assegno di inclusione. Ecco da quando sarà disponibile e per chi. Tutto dipende da alcuni criteri.

L’assegno di inclusione rappresenta, senza alcun dubbio, un grande aiuto per chi fa fatica ad arrivare a fine mese o per chi ha necessità di un contributo grazie al quale fare la spesa in modo più rilassato e senza troppi pensieri.

assegno di inclusione: via libera ai pagamenti ma non per tutti
Assegno di inclusione, quando e per chi arriva Birraebirrerie.it

Sapere che da marzo tornerà disponibile è, quindi, un grave sollievo. Ci sono, però, alcuni criteri da conoscere e senza i quali non sarà possibile (almeno per questo mese) accedervi. Ecco tutto quel che c’è da sapere a riguardo.

Assegno di inclusione: quando arriva e per chi

Nel mese di marzo torna l’assegno di inclusione che riguarderà solo alcune persone o meglio coloro che hanno effettuato tutte le pratiche per la richiesta entro un determinato periodo. Andando più nello specifico, questo arriverà esattamente il 15 marzo 2024 e a riceverlo saranno coloro che hanno fatto domanda a febbraio o che negli ultimi giorni hanno ottenuto il via libera dell’Inps, indispensabile per chi è al suo primo assegno. A tal riguardo è importante sapere che l’Inps può prendersi fino a 60 giorni di tempo per dare questo via libera. Ciò significa che se la domanda si è fatta a febbraio ma senza ottenerlo potrebbe non essere possibile ricevere alcun assegno e dover attendere il mese successivo ovvero il 16 aprile 2024.

assegno di inclusione: via libera ai pagamenti ma non per tutti
assegno di inclusione, quando e per chi arriva Birraebirrerie.it

Riassumendo, quindi, il 15 marzo, riceveranno l’assegno di inclusione coloro che hanno fatto domanda e sottoscritto il Pad tra il 1 e il 29 febbraio, quelli che hanno inviato solo la domanda entro il 31 gennaio, sottoscrivendo il Pad in un altro momento ma sempre entro la fine di febbraio e quelli che fanno parte di nuclei familiari e hanno fatto domanda entro il 31 gennaio 2024 ricevendo già l’esito positivo per la stessa. Andando, invece, ai pagamenti, il 15 marzo ci sarà quello relativo a gennaio e il 27 dello stesso mese potrebbe arrivare quello di febbraio. Il 16 aprile 2024 ci sarà quella di marzo e il 26 aprile quella di aprile. Da maggio i pagamenti torneranno mensili e regolari ogni fine mese.

Come già accennato, chi non ha avuto l’esito positivo e lo riceverà a marzo, potrà contare sull’assegno di inclusione a partire dal mese di aprile. In ogni caso, la buona notizia è che l’assegno di inclusione sta per arrivare a facilitare la vita a molti italiani. E chiunque ne abbia fatto richiesta e rientri nei parametri previsti potrà ben presto goderne.

Impostazioni privacy