Carta Dedicata a te, batosta per le famiglie italiane: tantissime presto rimarranno senza

Moltissime famiglie italiane presto potrebbero restare senza la Carta Dedicata a te per le spese di prima necessità: il motivo.

Sono state centinaia di migliaia le famiglie italiane che nel 2023 hanno usufruito della Carta Dedicata a te. Si tratta di una misura di sostegno al reddito emanata dal governo Meloni e che permette l’acquisto di generi alimentari di prima necessità oltre che ad una serie di sconti nei supermercati aderenti all’iniziativa.

Carta Dedicata a te in scadenza
Carta Dedicata a te in scadenza Birraebirrerie.it

La Carta, che funziona come una PostePay, è ricaricata con 460 euro, somma attraverso la quale le famiglie italiane potevano effettuare i loro acquisti. Sfortunatamente, però, molti italiani a breve potranno restare senza l’incentivo statale: cerchiamo di capire insieme cosa sta accadendo e come fare per risolvere la situazione.

Carta Dedicata a te in scadenza: ecco cosa accade a breve

La Carta Dedicata a te è in scadenza la prossima settimana dopodiché ci sarà una nuova assegnazione che, però, porterà all’esclusione di molte famiglie. Coloro che possiedono la carta avranno tempo fino al 15 marzo per spendere i soldi rimanenti: poi la carta sarà inutilizzabile e non tutti i beneficiari dello scorso anno potrebbero averla rinnovata per il 2024.

Scadenza Carta Dedicata a te
Scadenza per la Carta Dedicata a te Birraebirrerie.it

A breve, infatti, sarà effettuata una nuova valutazione dei requisiti e sarà considerato l’ISEE in corso di validità: questo significa che sarà stilata una nuova graduatoria per i beneficiari della carta. Tutte le famiglie che tra il 2023 e il 2024 hanno subito una variazione tale da comportare la perdita del diritto alla Carta Dedicata a te non verranno prese in considerazione per la nuova assegnazione.

Non potranno più avere la carta Dedicata a te le famiglie il cui ISEE 2024 supera i 15mila euro o se, nel contempo, anche uno solo dei componenti del nucleo familiare sia risultato beneficiario di uno o più sostegni erogati dallo Stato. Bisognerà poi rientrare nella nuova graduatoria per ricevere l’incentivo.

Rispetto lo scorso anno, i requisiti per la graduatoria sono ora più stringenti. Innanzitutto l’ISEE deve rientrare entro i 15mila euro e non ci deve essere nessuna variazione del nucleo familiare tale da far perdere l’ordine di priorità. Ricordiamo che la Carta Dedicata a te è assegnata, sulla base delle disponibilità del Comune di residenza, dando precedenza assoluta ai nuclei familiari con almeno tre componenti e almeno un minore di età inferiore ai 14 anni.

Dal momento che il 15 marzo la carta 2023 non sarà più utilizzabile, è bene controllarne il saldo e spendere i soldi ancora presenti. Per controllare il saldo bisogna recarsi presso uno sportello ATM Postamat e, una volta inserito il Pin, richiedere la lista di movimenti con relativo estratto conto.

Impostazioni privacy