Pagare da bere a un appuntamento: cosa dice il galateo, non è come si pensa

Lo sapevi che, in realtà, potrebbe esserci una regola molto precisa per quanto riguarda gli appuntamento e chi paga da bere? Scopriamolo 

pagare il conto
Chi paga a un appuntamento, le parole del galateo (4minuti.it)

E’ probabilmente una delle questioni più spinose che tutti noi, almeno una volta, ci siamo trovati ad affrontare. Immaginate di essere a un appuntamento per la prima volta e, dunque, di non conoscere bene la persona davanti a noi e arriva il fatidico, e sempre tanto temuto, momento di dover pagare il conto di quanto avete consumato e, nello specifico, bevuto.

Come tutti noi ben sappiamo sicuramente, questo è da sempre un momento di grande imbarazzo e indecisione tra tutti. Ma cosa dice, in merito, il galateo per quanto riguarda chi deve pagare?

L’imbarazzo del conto, cosa succede

brindare con bicchieri
Chi paga a un appuntamento, le parole del galateo (4minuti.it)

Da un lato, infatti, prevale il desiderio di essere gentile e di far sentire a proprio agio l’altra persona e dunque magari cominciamo a insistere per pagare noi. Dall’altro, invece, c’è anche l’imbarazzo di risultare insistenti nel non volerci far offrire quanto abbiamo consumato.

Per non parlare della proposta, che aleggia sempre nell’aria e che nessuno ha mai il coraggio di avanzare, in merito alla possibilità di poter dividere equamente il conto. Insomma, il momento di saldare una consumazione nel corso di un appuntamento è sempre molto imbarazzante.

Galateo, cosa dice sugli appuntamenti

E’ vero, riuscire a trovare una regola che valga per tutti e soprattutto che ci metta d’accordo è a dir poco impossibile. In questi casi, d’altronde, ognuno tende ad agire come ritiene più giusto e opportuno: in base alla propria educazione, al rapporto che vige con l’altra persona e anche, magari, da quanto si vuole dimostrare. Ma se volessimo essere pignoli, quali sono le parole del galateo proprio in merito al pagamento di un saldo nel corso di un’uscita o di un appuntamento? Ebbene, nel caso in cui sia il primo incontro, la regola vuole che a pagare sia chi ha proposto l’uscita senza fare distinzioni tra lui o lei.

Quando, però, si passa al secondo appuntamento, la situazione potrebbe senz’altro diventare più spinosa e meccanica: ma secondo il galateo, in questo caso, è sempre continuare con la stessa idea e linea di pensiero del primo appuntamento, in attesa che i rapporti diventino meno tesi e soprattutto più confidenziali. Inoltre, attenzione a non insistere troppo con il tipico “pago io, no io” perché il rischio è quello di rendere incrinato il rapporto e dunque rompere l’atmosfera creata.

Per finire, nel caso di un terzo appuntamento, il consiglio è quello di passare il testimone all’altra persona, così da creare equilibrio e soprattutto reciprocità negli incontri. Per finire, concludiamo con un piccolo sguardo anche alle cene tra amici. in questo caso non dovrebbe esserci l’imbarazzo tipico di due persone che si stanno conoscendo, proprio per questo motivo il nostro consiglio è quello di dividere in modo equo e soprattutto senza pensare a chi ha consumato di più e chi invece di meno.

Impostazioni privacy